Il Consiglio Regionale approva la legge sugli Enti Locali – Manes “Sono state ridotte le risorse al Celva per salvare Roisan”

10/05/2017

CONDIVIDI

Con 18 voti a favore di Uvp, Alpe, Stella Alpina, Pnv, Misto e 14 astensioni, Uv, Pd, Epav e M5S,  il Consiglio regionale ieri pomeriggio ha approvato il disegno di legge che contiene disposizioni in materia di enti locali, modificando il sistema delle autonomie in Valle d’Aosta in adeguamento alla legge regionale che disciplina l’esercizio associato di funzioni e servizi comunali e soppressione delle Comunità montane. Il testo si compone di 36 articoli ed è stato presentato dalla Giunta regionale il 24 gennaio scorso

“Il provvedimento – ha detto il relatore Nello Fabbri dell’Uvp – risponde all’esigenza di adeguare le disposizioni contenute nella legge regionale n. 54/1998 a quelle previste da nuove leggi regionali: in primis, la norma regionale 6/2014 che ha profondamente modificato l’assetto organizzativo e funzionale degli Enti locali con l’introduzione dell’esercizio associato di funzioni e servizi comunali, ma anche la legge regionale 1 del 2015 al fine di porre rimedio alle problematiche insorte in fase di applicazione della riforma del sistema elettorale valdostano. Viene inoltre attuato l’adeguamento resosi necessario dall’introduzione, nel regime di contabilità degli Enti locali, dell’armonizzazione contabile prevista dal decreto legislativo 118/2011. In Commissione sono poi stati presentati quattro emendamenti, di cui uno – quello riguardante il contributo straordinario di 140 mila euro al Comune di Roisan – sarà sostituito con l’emendamento depositato in Aula dal Presidente della Regione”

Un’approvazione che non è piaciuta al Presidente del Cpel Franco Manes soprattutto per quanto riguarda la parte sul dissesto finanziario del Comune di Roisan “Il Consiglio ha deciso di approvare a maggioranza il ddl, approvando altresì, sempre a maggioranza, un emendamento, proposto nella medesima mattinata dal Presidente della Regione, con il quale si è presupposto superare il dissesto finanziario del Comune di Roisan, stornando nei fatti tali risorse, pari a 140.000 euro, dalla legge di settore che finanzia il CELVA per il 2017”. 

Una soluzione difficile da accetare secondo ManesUn vero e proprio espediente contabile. Di fatto, sono state ridotte le risorse necessarie per il funzionamento del Celva, il nostro principale organismo di supporto e di servizio associato. A questo punto a seguito di un’attenta analisi pianificatoria finanziaria, vorremmo capire se ci sono delle ulteriori risorse disponibili e se sì, a quanto ammontano, per poter garantire nel medio e lungo periodo un’effettiva dignità e la necessaria autonomia gestionale ai 74 Comuni Valdostani, nonché al Celva”.

Leggi anche

Courmayeur

/

16/04/2021

La Comunità Valli del Monte Bianco celebra il riconoscimento di Comunità Europea dello Sport 2021 “Lo sport è vita”

Parte oggi,  16 aprile,  la campagna video promozionale nei territori della Valdigne. L’apertura dell’anno dello sport […]

leggi tutto...

Courmayeur

/

14/04/2021

Covid in Valle d’Aosta, il coordinatore sanitario per l’emergenza: “Segnali di appiattimento della curva”

“Registriamo i segnali di un appiattimento della curva dei contagi in Valle d’Aosta”. E’ quanto ha […]

leggi tutto...

Courmayeur

/

12/04/2021

Continuano gli incontri di Courmayeur “Appunti per la ripartenza” – Appuntamento con il presidente di Federmeccanica

Continuano gli appuntamenti con esponenti nazionali per analizzare e valutare i punti di debolezza e forza […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy