Coronavirus in Valle d’Aosta “Il freddo può aver contribuito alla diffusione”

Aosta

/

18/06/2020

CONDIVIDI

E' l'ipotesi del ricercatore valdostano Fabio Truc

Un elemento determinante per la diffusione del virus in valle d’Aosta potrebbe essere stato il freddo.

E’ questa l’ipotesi del fisico Fabio Truc, ricercatore valdostano che ha partecipato ad un recente studio sul tema.

Così ha dichiarato il fisico, ripreso dal’Ansa:

“La Valle d’Aosta è stata colpita quando le temperature erano basse. Altrimenti non vedo altre caratteristiche ambientali che giustifichino la diffusione del virus nella regione alpina, certamente non l’inquinamento. La densità di popolazione è un fattore importante, vedi la Lombardia, ma la Valle d’Aosta non ce l’ha elevata”.

L’afflusso di turisti è un altro elemento analizzato nello studio:

“La grande massa di turisti a fine febbraio – ha aggiunto Truc – “potrebbe aver creato le condizioni, la finestra temporale correla con la potenziale fonte di contagio portata dai villeggianti”.

Leggi anche

Courmayeur

/

29/11/2021

Lo sport è vita nell’autunno delle valli del Monte Bianco

Lo sport è vita nell’autunno delle valli del Monte Bianco. E’ on line il nuovo video della […]

leggi tutto...

Courmayeur

/

26/11/2021

Welcome Winter: Courmayeur annuncia l’inverno con concerti e spettacoli live

Courmayeur festeggia l’inverno con un palinsesto di appuntamenti di alto profilo: musica, concerti live e spettacoli […]

leggi tutto...

Courmayeur

/

22/11/2021

Courmayeur – Arriva Rhémy de Noël il 24 dicembre

I bambini di Courmayeur aspettano con trepidazione Rhémy de Noël, il protagonista di una leggenda che […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy