Firmato un protocollo d’intesa tra regione,Forze dell’Ordine e Discoteche

29/05/2017

CONDIVIDI

L’impegno da parte delle associazioni di categoria e dei gestori delle discoteche ad assumere, attraverso campagne informative ma anche sviluppando una più stretta sinergia con le Forze dell’Ordine, comportamenti volti a orientare i giovani verso forme di divertimento sane, senza violenza, sostanze stupefacenti o abuso di alcolici, questo prevede un protocollo d’intesa siglato questo pomeriggio dal il Presidente della Regione Pierluigi Marquis, i rappresentanti delle organizzazioni di categoria dei gestori di discoteche e dei servizi di controllo delle attività di intrattenimento e spettacolo, Liliana Breuvé per il Silb-Fipe Confcommercio Valle d’Aosta e Giorgio Rizzotto per Federpol – delegazione regionale Valle d’Aosta, insieme al Questore della Valle d’Aosta Pietro Ostuni, al Colonnello del Gruppo Carabinieri Emanuele Caminada e al Generale della Guardia di Finanza Raffaele Ditroia, alla presenza del Presidente della Chambre valdôtaine Nicola Rosset.

L’oggetto del protocollo che abbiamo siglato– spiega il Presidente Marquis – ha per tema la sicurezza all’interno delle discoteche, tema peraltro normalmente trattato in sede di Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica (COSP), ma che oggi trova, attraverso la sottoscrizione di impegni formali, una sua più forte caratterizzazione. È un passo importante, perché credo sia necessario far comprendere ai nostri giovani che l’evasione ricercata nello svago deve sempre essere associata al rispetto delle regole, che non sono limiti alla libertà, ma garanzie per tutti, in primo luogo per i nostri ragazzi. Desidero ringraziare, in particolare, i rappresentanti del SILB-FIPE Confcommercio e di FEDERPOL che, con la loro sensibilità e con la loro esperienza, ci hanno permesso di redigere un’intesa adeguata alle specificità della nostra regione, e le Forze dell’Ordine, per il prezioso supporto in fase di elaborazione del testo.

Una firma che non rappresenta un punto di arrivo “Il protocollo d’intesa è da oggi una realtà – conclude il Presidente ma non è certo un punto di arrivo: è una solida base di partenza, sulla quale, da subito e con il contributo di tutti, si possono costruire iniziative coerenti, concrete ed efficaci”.

Leggi anche

Courmayeur

/

13/05/2021

Courmayeur-  Erogazione contributi a fondo perduto per sostegno commercio e artigianato

Bando per sostegno alle attività economiche, commerciali ed artigianali, (comprese quelle agricole e ricettive, in relazione […]

leggi tutto...

Courmayeur

/

05/05/2021

Zona Rossa: restato chiusi gli uffici comunali – Tutti i numeri utili

Si informa la popolazione che gli Uffici del Comune di Courmayeur che con ordinanza del Sindaco […]

leggi tutto...

03/05/2021

Valle d’Aosta ancora in zona rossa – Lavevaz “Solo impegno collettivo porterà a riduzione dei casi”

Regione autonoma Valle d’Aosta La Presidenza della Regione informa di aver ricevuto da parte del Ministro […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy