Impresa di Davide Cheraz e Pietro Picco – Scalati in 4 giorni Cervino, Monte Rosa, Gran Paradiso e Monte Bianco

Courmayeur

/

22/07/2020

CONDIVIDI

Grande impresa compiuta dal trailer Davide Cheraz e dall’Aspirante Guida Alpina Pietro Picco

Grande impresa compiuta dal trailer Davide Cheraz e dall’Aspirante Guida Alpina Pietro Picco, iniziata e conclusa a Courmayeur, ai piedi del Monte Bianco. I due amici in soli 4 giorni hanno raggiunto i 4000 metri simbolo della Valle d’Aosta.
Cheraz e Picco si sono spostati dalla base di una montagna all’altra in sella alle loro bici da strada Giant TCR Advanced.

Ha accompagnato questa grande avventura la Regione Valle d’Aosta e il comune di Courmayeur Mont Blanc, partner sin dall’inizio dell’impresa.

I due giovani di Courmayeur hanno dato iniziato il viaggio venerdì dalla propria abitazione, pedalando per  400 km.
Affrontando più di 6.500 metri di dislivello sono state conquistate le vette di Cervino (4.478 m), Monte Rosa (4.554 m), Gran Paradiso (4.061 m) e Monte Bianco (4.810 m).
Infine, il trionfale ritorno a Courmayeur, al Jardin de l’Ange, accolti da una folla di amici e turisti.

Così ha dichiarato Davide Cheraz, riporta i sito specializzato sportdimontagna.com:

«E’ andata bene, benissimo . Non fosse per il Bianco dove ci siamo trovati nella nebbia, direi che è andato tutto alla grande. Le condizioni non erano delle migliori, abbiamo anche pensato di tornare sui nostri passi, ma grazie all’assistenza di alcuni amici siamo riusciti ad arrivare in vetta. Il Cervino era la montagna che mi preoccupava di più dal punto di vista tecnico. invece siamo saliti molto più rapidi rispetto all’ascesa fatta come test. Ci siamo sempre mossi agevolmente anche grazie a delle giornate spettacolari. Momenti di difficoltà? Non molti. Oggi Pietro ha patito un dolore al tendine sull’ultima discesa verso Courmayeur, ma è stato un duro e ha stretto i denti.

Il sito sportdimontagna.com riporta anche le parole di Pioetro Picco:

“Sapevamo che oggi il meteo non sarebbe stato dei migliori, ma nemmeno così proibitivo da vanificare l’ultima ascesa. E’ stato difficile trovare il momento giusto per partire, ma attendere e rinviare di qualche giorno si è rivelata la scelta giusta. Siamo contenti di essere riusciti a coronare questo nostro piccolo sogno. In questi giorni ci siamo sempre mossi bene, con una buona sintonia e senza prendere eccessivi rischi. Ora direi che ci siamo meritati una bella dormita”.

Tags

Cheraz

Picco
Leggi anche

Courmayeur

/

13/05/2021

Courmayeur-  Erogazione contributi a fondo perduto per sostegno commercio e artigianato

Bando per sostegno alle attività economiche, commerciali ed artigianali, (comprese quelle agricole e ricettive, in relazione […]

leggi tutto...

Courmayeur

/

05/05/2021

Zona Rossa: restato chiusi gli uffici comunali – Tutti i numeri utili

Si informa la popolazione che gli Uffici del Comune di Courmayeur che con ordinanza del Sindaco […]

leggi tutto...

03/05/2021

Valle d’Aosta ancora in zona rossa – Lavevaz “Solo impegno collettivo porterà a riduzione dei casi”

Regione autonoma Valle d’Aosta La Presidenza della Regione informa di aver ricevuto da parte del Ministro […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy