Presentata a Parigi la candidatura dell’alpinismo a patrimonio culturale immateriale dell’Unesco

Courmayeur

/

28/02/2018

CONDIVIDI

L' operazione vede uniti i tre Paesi che circondano il Monte Bianco e sarà valutata dall’UNESCO entro la fine del 2019.

Il Sindaco di Courmayeur, Aldo Audisio e Daniela Berta, in rappresentanza del Museo nazionale della Montagna – CAI Torino, hanno partecipato lunedì 26 febbraio 2018 all’incontro presso il Ministero della Cultura a Parigi nel corso del quale le comunità di Italia, Francia e Svizzera hanno presentato all’ambasciatore francese all’UNESCO, Laurent Stefanini, e al CPEI – Comité du Patrimoine Ethnologique et Immatériel, la candidatura dell’Alpinismo a Patrimonio Culturale Immateriale dell’UNESCO. Eric Fournier, Sindaco di Chamonix Mont-Blanc, Claude Eckhardt rappresentante della FFCAM – Fédération française des clubs alpins et de montagne e Bernard Debarbieux, presidente del Comitato scientifico della candidatura UNESCO erano parte della delegazione.

L’iscrizione dell’Alpinismo consentirebbe secondo quando ribadito dalla delegazione presente a Parigi, di porre l’accento, a livello internazionale, nazionale e locale, sulla profonda interdipendenza tra patrimonio culturale e patrimonio naturale, uno dei principali motori della convenzione per la salvaguardia del patrimonio culturale immateriale dell’Unesco.

Il sindaco di Courmayeur, nel proprio intervento, ha evidenziato gli aspetti di unione legati alle collettività locali coinvolte, ponendo l’accento sul quel valore universale legato alla montagna che non esiste solo nelle Alpi.

L’accento è stato posto sui tanti progetti transfrontalieri già realizzati e attualmente in corso, azioni e misure concrete per preservare e garantire la protezione e lo sviluppo dei territori di montagna. Sono stati altresi’ ricordati i grandi investimenti per garantire la sicurezza e l’accessibilità che hanno portato alla costruzione di rifugi, interventi di sicurezza e risistemazione di sentieri e attività di ricerca condotte.

L’incontro di Parigi è uno degli ultimi adempimenti prima del deposito della candidatura che avverrà il 31 marzo prossimo, un’operazione che vede uniti i tre Paesi che circondano il Monte Bianco e che sarà valutata dall’UNESCO entro la fine del 2019.

Leggi anche

Courmayeur

/

25/05/2022

“Io sono Courmayeur, la tua estate” – Presentata la campagna estiva

“Io sono Courmayeur, la tua estate” – Presentata la campagna estiva Max Casacci realizza la nuova […]

leggi tutto...

Courmayeur

/

24/05/2022

Nominato il nuovo CdA del CSC Courmayeur

Nominato il nuovo CdA del CSC Courmayeur Federico Grom è il nuovo Presidente del CdA. Sarà […]

leggi tutto...

Courmayeur

/

20/05/2022

Courmayeur – Riparte il servizio di e-bike sharing del comune

Ridurre gli spostamenti in auto all’interno del territorio di Courmayeur è un altro passo verso una […]

leggi tutto...
Privacy Policy Cookie Policy