Valle d’Aosta in zona Arancione – L’ordinanza della Regione fa chiarezza sulla situazione

15/03/2021

CONDIVIDI

Nuova ordinanza per contestualizzare su tutto il territorio regionale le misure di contenimento del contagio

Ordinanza per contestualizzare su tutto il territorio regionale le misure di contenimento del contagio previste per la “zona arancione” nel DPCM 2 marzo 2021 e nel decreto-legge approvato il 12 marzo dal Consiglio dei Ministri.

Regione autonoma Valle d’Aosta
Il Presidente della Regione Erik Lavevaz ha frirmato un’ordinanza per contestualizzare su tutto il territorio regionale le misure di contenimento del contagio previste per la “zona arancione”, in vigore dal 15 Marzo.

 

SPOSTAMENTI

A differenza delle disposizioni previste sul resto del territorio nazionale, sono consentiti gli spostamenti su tutto il territorio regionale, tra le ore 5 e le 22, in particolare per usufruire di servizi non disponibili nel proprio comune o per svolgere le attività motorie all’aperto consentite dalle norme.

È vietato ogni spostamento in entrata e in uscita dalla Valle d’Aosta, salvo quelli motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero per motivi di salute. Non sono consentiti gli spostamenti in entrata per recarsi presso le proprie abitazioni diversi da quella principale.

All’interno del territorio regionale, dal 15 marzo al 2 aprile, è consentito spostarsi una volta al giorno verso una sola abitazione privata e nei limiti di due persone oltre ai minori di anni 14, alle persone disabili o non autosufficienti.

RISTORAZIONE

I ristoranti e le altre attività di ristorazione, compresi bar, pasticcerie e gelaterie, sono aperti esclusivamente per la vendita da asporto dalle 5 alle 22 e per la consegna a domicilio senza limiti di orario.

Non sono in ogni caso consentiti gli assembramenti né il consumo in prossimità dei locali.

ATTIVITÀ COMMERCIALI

Le attività commerciali al dettaglio e i servizi alla persona si svolgono in modo che siano assicurate tutte le necessarie misure di sicurezza e l’osservanza dei rispettivi protocolli o linee guida idonei a prevenire o ridurre il rischio di contagio.

ATTIVITÀ CULTURALI E VARIE

Sono sospese le mostre e l’apertura al pubblico dei musei e degli altri istituti e luoghi della cultura, ad eccezione delle biblioteche che possono offrire i propri servizi su prenotazione, fermo restando il rispetto delle misure di contenimento dell’emergenza epidemica.

Restano chiusi teatri, sale scommesse, e casinò.

ATTIVITÀ MOTORIA E SPORTIVA

Le attività di palestre, piscine, centri natatori, centri benessere e centri termali sono sospese, fatta eccezione per l’erogazione delle prestazioni rientranti nei livelli essenziali di assistenza per le attività riabilitative o terapeutiche e per gli allenamenti degli atleti, professionisti e non professionisti, che devono partecipare a competizioni ed eventi riconosciuti di rilevanza nazionale con provvedimento del CONI o del CIP.

COVID-19: cosa cambia nelle scuole valdostane con il nuovo decreto-legge

L’Assessorato dell’Istruzione, Università, Politiche giovanili, Affari europei e Partecipate della Regione autonoma Valle d’Aosta informa che, a seguito delle misure di contenimento del contagio previste nel DPCM 2 marzo 2021 e nel decreto-legge approvato nella giornata di ieri, venerdì 12 marzo, dal Consiglio dei Ministri nelle scuole valdostane, allo stato attuale, le lezioni continuano a svolgersi interamente in presenza nelle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado (medie), mentre continua l’attività in presenza al 50% nelle scuole superiori.

Nelle Università le attività formative e curriculari si svolgono a distanza, fatta eccezione per quelle del primo anno dei corsi di studio e dei laboratori, che possono svolgersi in presenza.

Nello specifico, considerata l’organizzazione dei servizi (mensa e trasporti), alcune scuole superiori, quali l’Isiltep (sede di Verrès) e il liceo linguistico di Courmayeur, non svolgeranno i pomeriggi in presenza. Continueranno con le attività pomeridiane a distanza anche il Corrado Gex e l’istituzione scolastica Innocenzo Manzetti. Nessun cambiamento da segnalare nelle altre istituzioni.

Era opportuno proporre un quadro chiaro perché ci sono notizie contraddittorie – dichiara l’Assessore Luciano Caveri -. Bisogna mantenere la guardia alta perché sappiamo bene che la pandemia resta aggressiva. Per cui bisogna nella scuola mantenere tutte le misure di sicurezza ormai ampiamente rodate. Difficile avere certezze, ma per ora restiamo aperti grossomodo con le stesse modalità già note

Leggi anche

22/10/2021

Inaugurazione Courmayeur Ladies Open e Proiezione (gratuita) del Film “La battaglia dei sessi”

Inaugurazione Courmayeur Ladies Open WTA e Proiezione Film “La battaglia dei sessi” L’inaugurazione vedrà la partecipazione […]

leggi tutto...

Courmayeur

/

20/10/2021

Avviato in Valle d’Aosta il censimento permanente della popolazione e abitazioni

L’Osservatorio economico e sociale della Regione Valle d’Aosta comunica che dai primi giorni di ottobre ha […]

leggi tutto...

Courmayeur

/

18/10/2021

Courmayeur vince il prestigioso Condé Nast Traveller’s Readers’ Choice Awards 2021

Courmayeur è il miglior comprensorio sciistico, vincitore della sezione Best Ski Resort 2021 in Europe. Courmayeur […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy