Morì facendo rafting – Il Pm chiede l’archiviazione del caso

La Salle

/

09/11/2018

CONDIVIDI

Secondo l'autopsia è emerso che l'uomo non è morto per annegamento

Morì il 7 luglio scorso durante un’uscita di rafting, Fabrizio Mauri, 48 anni, residente a Montano Lucino, in provincia di Como. L’uomo perse la vita cadendo in acqua dal gommone mentre si trovava nelle acque della Dora Baltea, all’altezza di La Salle.
In quell’occasione Mauri stava facendo un’uscita organizzata da un’associazione di guide e si trovava in compagnia di alcuni famigliari e amici.

Oggi il pm di Aosta Francesco Pizzato ha chiesto l’archiviazione del procedimento per omicidio colposo aperto dopo il decesso dell’uomo.
Secondo l’autopsia svolta dal medico legale Mirella Gherardi  è emerso infatti che Mauri non è morto per annegamento, ma a causa di un malore, confermando anche le dichiarazioni fatte dai testimoni presenti il giorno della tragedia.

Leggi anche

Courmayeur

/

09/04/2021

Aperto dal Comune di Courmayeur il conto corrente per emergenza Covid19

Chi vorrà potrà donare e appoggiare questa azione di solidarietà versando la propria offerta sul conto […]

leggi tutto...

Aosta

/

07/04/2021

Misure Covid fino al 12 Aprile – L’Ordinanza regionale

La Presidenza della Regione informa che il Presidente della Regione Erik Lavevaz ha firmato martedì 6 […]

leggi tutto...

Courmayeur

/

06/04/2021

Courmayeur – Nuovo appuntamento con l’importante rassegna ‘Autori in vetta’, le Info

Data l’impossibilità per la pandemia in corso di organizzare un’edizione in presenza di Autori in vetta, […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy