Morì facendo rafting – Il Pm chiede l’archiviazione del caso

La Salle

/

09/11/2018

CONDIVIDI

Secondo l'autopsia è emerso che l'uomo non è morto per annegamento

Morì il 7 luglio scorso durante un’uscita di rafting, Fabrizio Mauri, 48 anni, residente a Montano Lucino, in provincia di Como. L’uomo perse la vita cadendo in acqua dal gommone mentre si trovava nelle acque della Dora Baltea, all’altezza di La Salle.
In quell’occasione Mauri stava facendo un’uscita organizzata da un’associazione di guide e si trovava in compagnia di alcuni famigliari e amici.

Oggi il pm di Aosta Francesco Pizzato ha chiesto l’archiviazione del procedimento per omicidio colposo aperto dopo il decesso dell’uomo.
Secondo l’autopsia svolta dal medico legale Mirella Gherardi  è emerso infatti che Mauri non è morto per annegamento, ma a causa di un malore, confermando anche le dichiarazioni fatte dai testimoni presenti il giorno della tragedia.

Leggi anche

04/08/2021

Incontri di Courmayeur – Arriva Massimo Giannini, direttore de La Stampa

Sabato 21 Agosto, Massimo Giannini.  Presso il Jardin de l’Ange alle ore 18, Massimo Giannini, direttore […]

leggi tutto...

Courmayeur

/

03/08/2021

Valli del Monte Bianco – Il nuovo video della Comunità Europea dello Sport 2021 Aces

Valli del Monte Bianco, quando lo sport incontra la montagna…grandi cose accadono! Il nuovo video della […]

leggi tutto...

Courmayeur

/

30/07/2021

Courmayeur – Rinnovato l’infopoint per cittadini e turisti

Info Point Courmayeur La riqualifica dell’ex edicola di viale Monte Bianco, davanti alla casa comunale di […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy